Tag Archives: Titanium Appcelerator

App Android per imparare la lingua Italiana

App Android per imparare la lingua Italiana

Realizzazione app Android gratuita “Imparo la lingua Italiana” scaricabile qui . L’applicazione di e-learning è tradotta in 4 lingue (Italiano, Francese, Inglese e Arabo) e consente di usufruire gratuitamente, ma per un periodo di tempo limitato, di un corso di Italiano. L’applicazione è strutturata nelle seguenti sezioni: 1.Come studiare – Presentazione del corso ed istruzioni per l’utilizzo. – Elenco degli

Read More

Share
APP Android Notizie di Ciclismo

APP Android Notizie di Ciclismo

Realizzazione app Android gratuita “Ciclo Notizie” scaricabile qui . L’applicazione è stata sviluppata utilizzando il framework MVC Titanium Appcelerator e vuole essere un aggregatore di notizie di ciclismo multilingua. Il back-end è stato realizzato in .NET utilizzando il framework Web API ed una infrastruttura a servizi. Attualmente l’APP consente di leggere le notizie in Italiano, Inglese, Francese e Spagnolo, consultare

Read More

Share

Interazione con i web services in Titanium

L’SDK di Titanium Appcelerator mette a disposizione la classe client HTTP che implementa le specifiche XMLHttpRequest. Titanium.Network.HTTPClient, questo il suo nome, è in grado di effettuare richieste HTTP sia sincrone che asincrone. La struttura di una richiesta HTTP, effettuato con HTTPClient, è la seguente: // url di un servizio di esempio var url = “http://mywebservice/test.asmx”; //1) creazione dell’oggetto var client

Read More

Share

Il framework MVC Alloy

Alloy è un framework che adotta un’architettura Model-View-Controller e utilizzando files XML e CSS-like permette ai programmatori di separare la UI dalla business logic e dai data model. La view ha il compito di descrivere l’interfaccia utente, il controller è la parte di codice che ha il compito di gestire eventi della UI. In un progetto Alloy la relazione tra

Read More

Share

Sviluppare APP Ibride o Native

Le principali piattaforme mobile sul mercato si appoggiano a tecnologie non compatibili tra loro, per cui lo sviluppo nativo cross platform implica il dover produrre ciascuna app per iOS e Android utilizzando due progetti distinti: uno per piattaforma. Ciò implica la necessità di preparare asset grafici che rispettino le linee guida dei produttori, avere a disposizione team di sviluppo che sappiano programmare in Objective-C e Java, e quindi dover gestire due basi di codice separate, che vanno altresì documentate e sottoposte a debug e testing.

Share